Valtassera


La Val Tassera (anticamente Vallis taxeria), era conosciuta in passato per le numerose tane di tasso che ospitava nei suoi anfratti più nascosti
Qui, sopra a Vezza d'Alba, nasce il Nebbiolo d'Alba Valtassera. Ottenuto da uve Nebbiolo in purezza, il vino Nebbiolo è la massima espressione di nobiltà dell’enologia locale e da sempre è stato destinato al confezionamento in bottiglia. Sugli erti ed assolati versanti collinari del Roero i grappoli di Nebbiolo acquistano quelle caratteristiche di finezza ed eleganza che daranno al vino quelle note di aristocrazia che lo rendono unico ed inimitabile fra tutti i grandi vini.

Nebbiolo d'Alba, che cos’è?

Le viti di Nebbiolo che rivestono le colline del Roero sono la tradizione, la cultura, il vanto e l’orgoglio dei viticoltori roerini. Il Nebbiolo ha origini antiche, viene infatti citato da scrittori romani e cronache medievali. Il suo nome è di etimologia incerta: c’è chi lo fa risalire alla vendemmia tardiva, effettuata quando le prime nebbie calano sui vigneti, oppure al fatto che gli acini sono ricoperti da un impalpabile strato di colore grigio-azzurro, che ricorda la nebbia. Fiorisce precocemente e matura tardivamente: ciò consente alla pianta di accumulare grandi quantita’ di sostanze organiche e di rifornire bene gli acini, la cui composizione risulta quindi completa, a tutto vantaggio della ricchezza e complessita’ del vino.

 

SCHEDA

Nebbiolo d'Alba Doc

Disciplinare di Produzione: D.M. 25 marzo 2010.
Vitigno: Nebbiolo 100%
Colore: rosso rubino tendente al granato.
Odore: fruttato e caratteristico.
Sapore: secco, vellutato e armonico.
Invecchiamento: minimo 12 mesi
Gradazione alcolica minima: 12% vol.

 

A proposito del Valtassera


Il Nebbiolo d’Alba si abbina magnificamente a tutti i piatti della tradizione langarola. Perfettamente in sintonia con le paste al ragù, i piatti al tartufo, gli arrosti, le grigliate e i formaggi. Per un abbinamento perfetto, si consiglia di provarlo con il risotto al ragù di cinghiale e i tajarin al tartufo. Va servito ad una temperatura di 16-18°C. Le versioni Spumante e Spumante Rosè, servite ad una temperatura di 8-10°C, sono perfette a fine pasto, per i brindisi, gli aperitivi, ma anche in accompagnamento a piatti di pesce.